La morte di Erich Priebke ha riaperto un capitolo spinoso per la Chiesa: quello della fuga di gerarchi e capi del nazismo, all'indomani della fine del secondo conflitto mondiale, in Argentina e in altri Paesi dell'America Latina con l'aiuto e il sostegno decisivi di esponenti del clero.

In realtà da tempo su tutta la vicenda aleggia un sospetto ben più pesante: e cioè che le massime autorità vaticane, compreso Pio XII o qualcuno dei suoi più stretti collaboratori...

Source